Anche quella del 2021 sarà una Pasqua di restrizioni e limitazioni. Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia del 26 marzo 2021, ha firmato nuove Ordinanze in vigore da lunedì 29 marzo. Per la Puglia, invece, il presidente Emiliano ha emanato l’ordinanza n.88, ancora più restrittiva del Dpcm del 2 marzo. Sarà valida fino al 6 aprile (in allegato).

L’allerta, dunque, resta alta. Vediamo quello che si potrà e non si potrà fare nei giorni di festività che stanno per arrivare.

Posso acquistare una pizza da asporto?

Sì. Per l’attività di somministrazione, tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, è consentito l’asporto dalle ore 18.00, ma solo con prenotazione telefonica/online preventiva.

Posso andare a far visita ai miei parenti?

Sì. Da sabato 3 aprile al lunedì di Pasquetta, sono consentiti gli spostamenti per andare a trovare parenti e amici (al massimo 2 persone con bambini sotto i 14 anni e disabili).

Posso recarmi in Chiesa per la veglia di Pasqua?

Sì. Le chiese saranno aperte, ma si raccomanda di recarsi in quella più vicina a casa. La veglia del sabato sarà anticipata per rispettare il coprifuoco. Il giorno di Pasqua saranno celebrate più messe per consentire al maggior numero di fedeli di seguire le celebrazioni. Resta vietato scambiarsi il segno della pace.

Posso andare a fare la spesa nella giornata di sabato?

Sì. Tutte le attività commerciali consentite dal Dpcm del 2 marzo 2021 in zona rossa chiuderanno alle 18.00, ad eccezione delle attività di vendita di generi alimentari, di carburante per autotrazione, di combustibile per uso domestico e per riscaldamento, delle edicole, dei tabaccai, delle farmacie e delle parafarmacie.

Quali attività commerciali resteranno aperte nei giorni 4 aprile (Pasqua) e 5 aprile (Lunedì dell’Angelo)?

Solo le attività di vendita di carburante per autotrazione, di combustibile per uso domestico e per riscaldamento, di fiori e piante, delle edicole, dei tabaccai, delle farmacie e delle parafarmacie.

È permesso spostarsi dal proprio Comune di residenza?

Fino al 6 aprile sono vietati gli spostamenti dal Comune di residenza, domicilio o abitazione verso altri comuni della Puglia per raggiungere le seconde case, salvo che per comprovati motivi di necessità o urgenza, e sono vietati gli ingressi e gli spostamenti in Puglia delle persone non residenti, per raggiungere le seconde case case in ambito regionale.

Qui l’ordinanza del Presidente Michele Emiliano:

Rispondi